Due parole su...

Creepypasta: il fenomeno web forma una nuova cultura della paura

Introduzione: la paura come istinto primordiale dell’essere umano

H.P. Lovecraft ha detto che “La più antica e potente emozione umana è la paura”. Non sono un’antropologa, né tanto meno una storica, ma penso che sia una grande verità, non solo perché un’emozione intensa e incontrollabile come la paura è ciò che più ci accomuna ai nostri antichi progenitori, ma anche perché essa è un istinto primordiale.
Non è un caso che molte manifestazioni della paura, tanto nei bambini quanto negli adulti, non abbiano un’apparente motivazione o un senso logico. C’è un motivo particolare per cui dovremmo essere terrorizzati dal buio? Ci è mai capitato davvero qualcosa di tremendo nell’oscurità della nostra camera? Che cosa ci porta a fissare pieni di angoscia un ragnetto aggrappato alla sua ragnatela nell’angolo in alto del bagno? Solo riflettendo attentamente sull’irrazionalità di tali angosce ci viene da pensare che ci sia qualcosa di strano in questi sentimenti comunissimi. Continue reading “Creepypasta: il fenomeno web forma una nuova cultura della paura”

Perché la Lontra

Alla ricerca del mio animale totemico

Che dire, i social media ne sono testimoni, la lontra è ormai decisamente inflazionata, ma questo blog non nasce affatto dalla mia incapacità di distinguermi dalla massa e di non venerare un animale così adorabile.
No. La verità è che sono passati molti anni da quando la lontra è diventata il mio punto di riferimento e posso dire con certezza di non aver seguito a vuoto questa moda. Occhietti vispi, baffetti vibranti e quelle tenere zampette che afferrano il cibo con costante entusiasmo. La lontra è questo, ma è molto di più e il mio amore per questo animale deriva dalla sua valenza simbolica, che la rende uno degli animali totem della cultura sciamanica antica. Continue reading “Alla ricerca del mio animale totemico”

Due parole su...

Southern Gothic: il fascino del macabro e un viaggio tra letteratura e musica negli Stati Uniti del Sud

Non ho mai masticato il gergo musicale, né ci ho mai capito molto. La mia esperienza con le note si limita a quando alle elementari e alle medie mi facevano suonare Fratello Sole e Sorella Luna con il flauto dolce… ero stonata come le unghie sulla lavagna. Ma la musica mi piace, come in fondo piace a tutti, e anche io ho le mie piccole fisse, ordinatamente conservate in playlist di Spotify, Youtube e all’interno del mio fedelissimo lettore mp3 (sono troppo povera per un iPod).
In cima alla mia lista di ossessioni melodiche ci sono le colonne sonore, quelle che mi fanno venire la pelle d’oca sulle braccia, ma negli ultimi tempi mi sono imbattuta quasi per caso in un genere che non avevo mai saputo definire.

Continue reading “Southern Gothic: il fascino del macabro e un viaggio tra letteratura e musica negli Stati Uniti del Sud”