#quasisaggi

Tutto comincia dalle stelle, alla scoperta del cosmo con Margherita Hack

Se c’è una cosa che mi lascia sempre a bocca aperta, è l’universo. Non sono mai stata una grande patita delle materie scientifiche (la professoressa di matematica probabilmente ancora mi vede nei suoi peggiori incubi), ma ci sono quelle discipline che mi mettono addosso l’incontrollabile voglia di sapere di più, di scoprire la verità su ciò che ci circonda.
L’astronomia è una di queste e il libro perfetto con cui ho voluto avvicinarmi ai misteri del cosmo è stato Tutto comincia dalle stelle, della compianta Margherita Hack e da Gianluca Ranzini.

Ricordo ancora un’intervista rilasciata dalla donna alle Iene, nella quale le veniva posta la domanda “hai paura della morte?”. Lei, con il suo fare diretto, tranquillo e scientifico, ha risposto come solo lei sapeva fare: “no, perché dovrei avere paura?”.
Forse lo sapeva, da donna di scienza, che la morte non sarebbe stato altro che un modo per tornare alla materia, la stessa materia che compone tutto l’universo che ci ospita.


Trama

In un immaginario viaggio intergalattico, la scienziata Margherita Hack ci racconta la storia dell’universo, ci svela i segreti della sua formazione e ci parla delle meraviglie che lo compongono. Con una scrittura semplice, simpatica, ma anche ricca di informazioni preziose, questa donna straordinaria trasforma l’educazione in un gioco.

Recensione

Sapevo che avrei inaugurato la rubrica #quasisaggi con questo libro, poiché è proprio da Tutto comincia dalle stelle che mi è presa la voglia di includere nel blog qualche titolo un po’ più didattico.
Sebbene io ci abbia impiegato un po’ a terminare questo saggio (se non avessi preso appunti la lettura avrebbe avuto meno senso) sento di aver impiegato bene il mio tempo. Margherita Hack sa come spiegare una materia complessa e affascinante, trasformandola con l’aiuto di Ranzini in un gioco divertente, più che in una lezione. Perché di questo si tratta, fondamentalmente, di una serie di lezioni appassionanti su ciò che vediamo e non vediamo di questo sconfinato universo.

Non sarebbe bastato un libro per includere tutta la conoscenza necessaria a penetrare i segreti del cosmo – anche la Hack questo lo sa bene -, ma si prova un senso di completezza nell’affrontare la lettura di questo titolo poiché molteplici argomenti vengono spiegati in modo piuttosto approfondito.

Siete curiosi di scoprire com’è fatta la luna e perché oggi si presenta con quell’aspetto? Vi affascinano i cosiddetti giganti gassosi? Magari volete imparare a classificare le stelle o fremete al pensiero di sapere qualcosa di più dei misteriosi buchi neri?

Moltissime informazioni sul mondo in cui viviamo ci vengono fornite capitolo dopo capitolo con precisione scientifica, ma anche con un tono affettuoso che conquista fin dalle prime pagine. Ad affiancare le spiegazioni della Hack ci sono inoltre bellissime illustrazioni a colori, realizzate da Allegra Agliardi e fotografie strepitose di pianeti, galassie, nebulose e stelle. Vale la pena procurarsi questo libro anche solo per vedere la fotografia mozzafiato dei resti di una supernova.

Gli spettacolari resti di una Supernova

Sebbene a prima occhiata questo titolo possa sembrare adatto anche ai bambini, mi sento di sconsigliarlo ai lettori al di sotto dei tredici o quattordici anni d’età. Si tratta di un saggio scientifico a tutti gli effetti, scritto in modo agevole, ma anche carico di nozioni difficili che non sono alla portata di tutti. È però un libro che non si limita a educare l’adulto sui vari aspetti dell’astrofisica, ma anche l’adolescente che desidera dare risposta ad alcune domande che tormentano da sempre l’uomo.

Anatomia del sole

 

Meraviglioso e toccante (a me è scesa una lacrimuccia, confesso), il capitolo dedicato all’evoluzione dell’Universo. Sapere che ci troviamo ancora in una fase di espansione (che dura da miliardi anni!), come se l’esistenza di tutto si stesse gonfiando in uno spazio che ci sembra infinito, mi mette ancora un brivido.

Tutto comincia dalle stelle è un’ottima lettura, stilisticamente leggera e didatticamente di spessore, per lettori affamati di sapere!

Voto: 4 pescetti su 5

Consigliato a chi: vuole scoprire che succede quando si viene risucchiati da un buco nero; apprezza l’alta velocità; vuole fare il romantico snocciolando nozioni sulle costellazioni.

Sconsigliato a chi: basa le proprie giornate sull’oroscopo (la Hack non avrebbe approvato); ha un po’ paura a viaggiare nello spazio, anche solo con la fantasia; crede ancora che ci troviamo al centro dell’universo.

Libri

Tra innocenza e maturità: Harry Potter e il prigioniero di Azkaban

Si sale di livello ragazzi. Siamo di nuovo qui per parlare di Harry Potter. Ormai sembra quasi di gestire una rubrica dedicata.
La mia ritrovata passione per la lettura mi ha portata a terminare un altro volume di questa serie stupenda che da poco ha compiuto vent’anni e che su blog, forum e siti vari sta avendo nuovamente un enorme successo. Sembra che tutti vogliano rileggerla e parlare della propria esperienza personale con il capolavoro in sette volumi di J. K. Rowling, donandogli il giusto riconoscimento, e io non sono da meno.

Continue reading “Tra innocenza e maturità: Harry Potter e il prigioniero di Azkaban”

Videogiochi

Il Segreto di Castel Lupo: un ActiveBook tutto italiano, da leggere e da giocare!

Per la serie “chi mi conosce sa”, ho più volte affermato nelle mie precedenti recensioni quanto mi piacciono i libri game e le avventure interattive. La piccola lontra nerd che è in me mi ha portato più volte a intestardirmi per ore sui vecchi libri di Lupo Solitario (perché morire per una scelta sbagliata mi sembrava un esito oltraggioso) o a destreggiarmi (in modo piuttosto goffo) con i videogame a scelte multiple. Non pensavo di appassionarmi così tanto anche a un giochino per cellulare, eppure è stato proprio così. Continue reading “Il Segreto di Castel Lupo: un ActiveBook tutto italiano, da leggere e da giocare!”

Libri

YA – La battaglia di Campocarne, di Roberto Recchioni: un viaggio per diventare eroi!

Tutti noi almeno una volta nella vita abbiamo sentito il bisogno di avventura. Di un brivido di eccitazione, di quella brama di partire per un viaggio verso l’ignoto e di compiere gesta strabilianti. Il più delle volte restano solo desideri, alimentati da libri, film e serie tv e dalle vite alternative che essi ci permettono di vivere al sicuro sul nostro bel divano. Forse è meglio così. Sì perché non so quanto potrei sopravvivere in mezzo a una sanguinosa battaglia con una spada in mano, di sicuro non è la mia più grande aspirazione uccidere un drago (abbracciarlo semmai!) e probabilmente non sarei in grado di salvare nessuna fanciulla dai mostri, io che a stento riesco ad affrontare quelli che la vita mi mette di fronte di tanto in tanto.

Continue reading “YA – La battaglia di Campocarne, di Roberto Recchioni: un viaggio per diventare eroi!”

Libri

Viaggio al centro della terra di Jules Verne: un classico del suo tempo che non passa mai di moda

Ormai lo sapete che non sono una grande appassionata di classici, ma è anche vero che in questa scalata verso l’insidioso e realistico traguardo che mi sono prefissata (diventare una blogger influente, fare i soldi ed essere più ricca della Ferragni) a volte mi trovo costretta a considerare necessario leggere quei grandi libri che hanno fatto la storia, o almeno a tentare l’impresa per capire se fanno per me o no (comunque la mia pigrizia mi spinge anche a escludere a priori alcuni romanzi). Continue reading “Viaggio al centro della terra di Jules Verne: un classico del suo tempo che non passa mai di moda”

Serie Tv

Creeped Out: i Piccoli Brividi sbarcano nel mondo moderno

Come essere umano ci sono varie cose che rimpiango, come lettrice anche. Una di queste potrebbe suonarvi completamente random, ma per me ha un significato importante. Non ridete dai, è una cosa seria. Rimpiango di non aver divorato tutta la serie di Piccoli Brividi.
Quando io ero piccola erano un vero e proprio must, scritti in modo semplice ma molto evocativo da R. L. Stine e capaci a modo loro di mettere una fifa blu con storie di gnomi da giardino che prendono vita, bambole animate e indemoniate (tipo Chucky), vicini un po’ particolari e chi più ne ha più ne metta.

Continue reading “Creeped Out: i Piccoli Brividi sbarcano nel mondo moderno”